Investire sul mattone è il sogno di molti italiani. Tuttavia in tempo di crisi e con tassi di disoccupazione giovanile sempre più drammatici, soddisfare le garanzie richieste dalle banche per accedere a un mutuo non è sempre facile. Ma allora come fare se non si ha un reddito fisso?

Per le giovani coppie senza un posto fisso, il Governo ha istituito un Fondo specifico che consente l'accesso a mutui agevolati a determinate condizioni. Il Fondo per Giovani Coppie si rivolge ai giovani sposati con o senza figli e ai nuclei monogenitoriali con figli minori a carico, di età inferiore a 35 anni. I mutui agevolati garantiti dallo Stato possono essere richiesti per l'acquisto dell'abitazione principale, che non deve avere caratteristiche di lusso, né una superficie superiore ai 90 mq.

Molte banche hanno aderito al Fondo per le Giovani Coppie, altre invece hanno pensato a dei prodotti specifici per i giovani senza reddito fisso. Ad esempio Unicredit Banca dedica ai precari che vogliono acquistare la prima casa, il "Mutuo Progetto Lavoro", un finanziamento fino a un massimo di 200 mila euro che non prevede tra i requisiti il possesso di un lavoro fisso a tempo indeterminato.

Tra le garanzie alternative che il mutuatario ha a disposizione per convincere l'istituto di credito ad erogare il finanziamento c'è anche il possesso di un immobile o di un bene in grado di generare entrate. La sola garanzia dell'ipoteca non è, infatti, sufficiente per ottenere un mutuo: la prerogativa riguarda soprattutto la certificazione di una fonte di reddito dimostrabile.

Chi è già proprietario di un immobile può richiedere alla banca un mutuo ipotecario per liquidità che consente di ottenere ingenti somme di denaro, poiché generalmente viene erogato il 70% del valore dell'immobile posseduto. Il mutuatario ha anche la possibilità di presentare un garante o fideiussore che si faccia carico di un eventuale mancato pagamento delle rate del finanziamento. Ciò che importa maggiormente alla banca è, infatti, tutelarsi da una possibile insolvenza da parte del mutuatario. Tuttavia bisogna ricordare che se ottenere un finanziamento senza busta paga non è impossibile, lo è invece accendere un mutuo al 100%. In questi casi, infatti, l'importo massimo erogato copre in genere fino al 60% del valore dell'immobile acquistato.