Nell'Emilia colpita dal terremoto i mutui sono fermi. La moratoria sul pagamento delle rate, già stabilita dall'Abi pochi giorni dopo il sisma, è operativa. La conferma arriva da Gian Carlo Muzzarelli, Assessore Regionale alle Attività Produttive della Regione.

Muzzarelli fuga così ogni dubbio riguardo alle indiscrezioni circolate nei giorni scorsi: " Non ci sono dubbi sull'applicazione della sospensione del pagamento dei mutui senza ulteriori oneri, sia per le imprese che per i cittadini colpiti dal sisma. Abbiamo fatto le verifiche sia presso i maggiori istituti bancari operanti sul territorio che direttamente presso l'Abi".

La catena della solidarietà verso le popolazioni colpite dal terremoto dello scorso maggio comprendeva anche - per restare in tema di abitazioni - la moratoria sulle polizze casa decisa dall'Isvap, oltre alla sospensione delle bollette ordinata dall'Aeeg. La Regione Emilia Romagna ha inoltre ratificato la proroga dei pagamenti delle cartelle esattoriali in scadenza tra il 20 maggio e il 30 settembre, che potranno essere pagate fino al 30 novembre 2012.

L'Abi ha dunque confermato che l'importo delle rate sospese sarà portato in coda a ogni singolo mutuo. Gli interessi verranno spalmati sulla durata rimanente del finanziamento e calcolati al tasso previsto dal contratto senza oneri aggiuntivi. La questione dell'accesso al credito resta comunque aperta, perché ricopre un ruolo imprescindibile per la ricostruzione.