Un emendamento al decreto liberalizzazioni, presentato dai relatori Simona Vicari (Pdl) e Filippo Bubbico (Pd), ha stabilito che per l'erogazione dei mutui non sarà più necessaria l'apertura di un conto corrente presso la stessa banca; inoltre la scelta delle polizze vita spetterà esclusivamente al cliente.

L'emendamento presentato ieri in commissione Industria del Senato, ha stabilito che l'apertura di un conto corrente e la richiesta di mutuo presso il medesimo istituto di credito non saranno più in alcun modo l'una vincolo dell'altro. Aprire un conto non sarà quindi più una condizione necessaria per ottenere l'erogazione di un mutuo. Ma non è tutto. L'emendamento ha infatti introdotto delle novità anche in materia di assicurazioni: la società finanziaria che ha ricevuto la richiesta di mutuo dovrà offrire al cliente almeno due preventivi proposti da due differenti gruppi assicurativi, completamente estranei alla società stessa. Maggiore libertà quindi per il cliente, che potrà scegliere il tipo di polizza sulla vita più conveniente in base alle proprie esigenze, senza che vi sia alcuna interferenza da parte della banca o di un qualsiasi istituto di credito, che si dovranno invece limitare ad accettare e non variare le condizioni offerte per l'erogazione del mutuo.

Questo emendamento al decreto mira sicuramente ad ottenere una maggiore trasparenza in fatto di mutui. Ma non sono mancate le polemiche, in modo particolare sull'articolo 28 del decreto stesso, che al momento prevede che "le banche, gli istituti di credito e gli intermediari finanziari se condizionano l'erogazione del mutuo alla stipula di un contratto di assicurazione sulla vita sono tenuti a sottoporre al cliente almeno due preventivi di due differenti gruppi assicurativi". Se da una parte, insomma, è stata concessa al cliente maggiore libertà in fatto di scelta del tipo di polizza, resta invece nelle mani degli istituti creditizi la facoltà di obbligare il cliente alla stipula di una polizza, un'opzione che dovrebbe essere accessoria e quindi soggetta alle decisioni del consumatore stesso.

Ai consumatori che desiderano aprire un mutuo non resta che vagliare sempre con estrema attenzione le condizioni di finanziamento e valutare la soluzione più adatta alle proprie possibilità economiche. In questo senso, un valido aiuto può essere quello offerto da SuperMoney, portale leader nella comparazione di prodotti finanziari, che mette a confronto le offerte di numerosi mutui on line.