Il mercato immobiliare italiano ha mostrato qualche segnale di debolezza nel primo trimestre 2011: lo rileva il sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia messo a punto da Banca d'Italia e Tecnoborsa, con la cooperazione dell'Agenzia del Territorio.

A calare sono soprattutto i prezzi delle abitazioni: nei primi tre mesi 2011 la quota di agenti che ha segnalato una diminuzione dei prezzi è aumentata al 44,2% dal 40% della precedente indagine, mentre è sceso il numero di chi indica un aumento delle quotazioni. Ne consegue un peggioramento del saldo negativo: -42,6 punti contro i -38 del quarto trimestre 2010. I maggiori ribassi si registrano nel centro e Sud Italia.

Anche il numero di compravendite ha subito una contrazione pari al 6% rispetto agli ultimi mesi 2010, con il 69,3% di agenzie che ha venduto almeno un immobile nel corso del trimestre. Anche in questo caso, soffrono soprattutto le regioni del centro e, in misura minore, quelle del Meridione.
Per quanto riguarda il lavoro delle agenzie immobiliari, nel primo trimestre 2011 il saldo delle giacenze di incarichi a vendere è salito al 28,8% (16,6% nella precedente rilevazione), mentre il saldo tra le quote di agenzie che segnano un aumento e quelle che segnalano una diminuzione dei nuovi incarichi è cresciuto al 20,8% rispetto al precedente 15,7%. Il sondaggio mostra inoltre un margine di riduzione dei prezzi di vendita sostanzialmente invariato (al 12%): il tempo medio per condurre a termine una compravendita si conferma stabile a poco più di 7 mesi.

Infine, il mutuo ipotecario si conferma la modalità di finanziamento in assoluto più richiesta dagli acquirenti (70,6%), anche se in lieve calo. Chi è interessato all'acquisto di un'abitazione può avere una panoramica completa dei migliori mutui casa sul mercato utilizzando Supermoney, il portale per il confronto mutui, che permette di comparare le offerte di oltre 40 banche e di scegliere il finanziamento più adatto alle proprie esigenze.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo la citazione della fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.