Nel 2010 il mercato dei mutui per la casa è cresciuto dell'11,49% rispetto all'anno precedente: le famiglie italiane hanno ricevuto dalle banche finanziamenti per 56.914,32 milioni di euro per l'acquisto di abitazioni. Un dato che riporta il mercato a valori pre-crisi, e in particolare al 2005, quando furono erogati mutui per 56.266,25 milioni di euro. Sono i numeri che emergono nell'ultima pubblicazione di Banca d'Italia.

Nel totale della cifra erogata sono compresi anche i mutui di sostituzione e surroga, sebbene questi risultino in calo rispetto al 2009; stando alle rilevazioni dell'Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa, sezione mediazione creditizia, nell'ultimo trimestre del 2010 questa tipologia di mutui ha rappresentato il 10% del totale.

La domanda di prestiti ipotecari ha registrato nel 2010 una crescita dell'1%, mentre l'importo medio dei mutui si è attestato a circa 124.700 euro (+5,67% rispetto al 2009, quando era pari a 118 mila euro).

L'incremento dell'erogazione di finanziamenti per la casa ha riguardato tutte le regioni d'Italia, anche se in misura differente. L'ufficio Tecnocasa rileva la crescita maggiore in Lazio (+22,77%), seguito da Basilicata (+20,78%) e Piemonte (+19,42%). Meno consistenti gli aumenti in Trentino Alto Adige (+2,92%), Lombardia (+5,21%) ed Emilia Romagna (+5,50%).

Attraverso Supermoney, il portale per il confronto mutui, è possibile verificare quali sono i prestiti ipotecari attualmente più convenienti sul mercato. Proviamo a richiedere un finanziamento ventennale per la prima casa di 125 mila euro, da parte di un lavoratore a tempo indeterminato di 40 anni con un reddito mensile di 2 mila euro. Tra i mutui a tasso variabile il più vantaggioso è quello di Che Banca!, con un taeg del 2,5% e una rata mensile di 662 euro (in promozione per 12 mesi a 562 euro). Scegliendo in tasso fisso, il mutuo di Che Banca! resta la soluzione più a buon mercato: in questo caso il taeg è del 5,04% e la rata di 822 euro al mese (in promozione a 722 euro per il primo anno).

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento'.