L'Associazione Nazionale Costruttori Edili lancia l'allarme "In Italia i mutui sono più cari d'Europa". Secondo i costruttori edili il caro mutui costituisce un ostacolo in più alla ripresa del mercato immobiliare, e puntano il dito contro le banche, che diversamente da quanto accade negli altri Paesi Ue, addebitano costi maggiori per i finanziamenti finalizzati all'acquisto dell'abitazione. Lo dimostrerebbe un'indagine dell'Ance che, prendendo come riferimento i tassi sui mutui della Banca Centrale Europea per un finanziamento in Italia di 150mila euro e durata di 25 anni, evidenzia per i valori di settembre una differenza di costo di 9.000 euro in più rispetto ad un mutuo analogo in Europa.

Secondo l'associazione dei costruttori è una spesa che non trova riscontro poiché "la rischiosità delle famiglie italiane è rimasta molto bassa dall'inizio della crisi a oggi, al contrario di quanto accaduto in molti paesi europei, caratterizzati da un forte indebitamento individuale".


Ciò è in parte dovuto al differenziale dei tassi di interesse tra Italia e Europa: per quest'ultima a settembre i tassi medi sui mutui erano pari al 3,74%, mentre l'Italia soffriva una media del 4,1%.

Per risparmiare sul proprio mutuo, basta valutare approfonditamente quali siano le offerte più convenienti con il sistema del confronto mutui di Supermoney.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e all'attivazione di un link di riferimento.'