Nel secondo semestre 2010 gli investimenti immobiliari da parte delle famiglie italiane negli Stati Uniti sono aumentati dell'8%. Se nel 2009 si era registrata una flessione dell'11%, continuata nel primo semestre del 2010, complessivamente l'anno appena passato chiude in calo del 3% rispetto al 2009.

Secondo l'Istituto indipendente di studi e di ricerche Scenari Immobiliari nel corso dell'anno gli italiani hanno acquistato quasi 9 mila abitazioni in territorio statunitense, corrispondente a un quarto degli investimenti immobiliari esteri delle famiglie. Vince l'attrazione per un cambio valuta favorevole e per la crisi immobiliare che insieme contribuiscono ad un reale calo dei prezzi, diminuzione che per alcune aree e settori del mercato ha raggiunto in 18 mesi circa il 50%.
Un quarto di questi investimenti è assorbito da New York, soprattutto nell'area di Manhattan, e rivolta a immobili di alta qualità.

Se per acquistare la propria abitazione è necessario un mutuo, è possibile effettuare una valutazione approfondita delle proposte presenti sul mercato su Supermoney, che confronta i mutui offerti dagli istituti di credito.

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.