Il rapporto della società Nomisma sul mercato immobiliare riporta che nell'ultimo semestre il prezzo degli immobili in Italia è sceso ancora.

Il prezzo è sceso In maniera limitata però, riducendosi dell'1,5% rispetto al 2009 e del 6,5% (il 9,5% se si conta l'inflazione) rispetto ai prezzi di mercato del 2007, prima della crisi.

I prezzi ovviamente variano da città a città ma la costante rimane la differenziazione delle zone: spesso quelle del centro e di pregio tendono a essere meno flessibili riguardo i costi degli immobili, anche se non mancano le eccezioni in vari capoluoghi dello stivale.
In base alle indagini però si prevede un rialzo dei prezzi nel 2011 di almeno +0,2% nel primo semestre e +0,6% nel secondo.

Se si s'intende stipulare un mutuo approfittando del momento favorevole conviene prima informarsi sulle tariffe presenti sul mercato, per esempio effettuando un confronto mutui su Supermoney .

'La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento'.