La rata del mutuo strozza gli italiani a fine mese, per questo molti hanno presentato richiesta di sospensione del prestito. Da febbraio ad agosto 2010 sono molti quelli che, in tutta Italia, hanno sospeso il pagamento delle rate.

In Lombardia, la regione considerata tra le più industrializzate e ricche, sono quasi 7 mila le famiglie che ha richiesto la sospensione del mutuo casa. I dati dimostrano che i lombardi che hanno usufruito di tale agevolazione, rappresentano il 20,5% di tutte le famiglie italiane ammesse alla sospensione. Come detto più volte, l'iniziativa è nata da un accordo stipulato lo scorso dicembre tra Abi e associazioni dei consumatori. I dati presentati a Milano dal Presidente dell'Abi Lombardia, rivelano che circa 38,3 milioni di euro sono rimasti nelle tasche dei lombardi, ovvero circa 6.800 euro a famiglia. La soluzione più richiesta per le operazioni di sospensione ha riguardato l'intera rata (nel 90% dei casi).

Come si richiede la sospensione? Presso la propria banca si effettua una richiesta ufficiale di sospensione del pagamento delle rate del mutuo. Come funziona? Le caratteristiche principali sono: la sospensione per almeno 12 mesi di mutui casa accesi, per un importo massimo di 150 mila euro, da richiedenti con un reddito imponibile che non superi i 40 mila euro annui. Le ragioni di tale fenomeno sono da ricercare soprattutto nella perdita del lavoro dipendente.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.