Tra i paesi europei accomunati dall'Euro, emergono sostanziali differenze di tasso per quel che riguarda i mutui casa stipulati dalle famiglie. Le banche in questo senso si comportano in maniera diversa a seconda del Paese, facendo riferimento ad alcuni fattori che l'Abi (Associazione Bancaria Italiana) ha svelato nel secondo numero dei "Temi di Economia e Finanza".

Le differenze dei tassi sui mutui casa sono infatti causate da tre principali caratteristiche: il valore degli immobili, il costo della raccolta sostenuto dalle banche e l'inefficienza della giustizia civile.

Il valore della casa pesa sui mutui perchè, davanti a garanzie più lasche le condizioni economiche sono aggravete, dato che la banca deve assumersi un maggiore rischio. Per quel che riguarda i costi della raccolta sostenuti dalle banche invece, a partire dal fallimento della Lehman Brothers è scattato il processo di dispersione dei livelli dei tassi sui titoli del debito pubblico dei singoli Paesi, premiando tutti quelli con fondamentali finanziari più solidi, a partire dalla Germania.

L'inefficienza della giustizia civile infine risulta rilevante perchè, come crescono i costi connessi con le necessarie procedure giudiziarie per far valere il credito vantato, le condizioni economiche applicate sui mutui diventano più onerose, è per questo che le banche nel prezzarli, scontano i costi da sostenere nel caso in cui il mutuatario diventi inadempiente.

Per avere una visione completa sui vari mutui casa offerti dalle banche è consigliabile effettuare un confronto sul sito Supermoney.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.