Le bufere sui giganti dei mutui casa da quando è iniziata a crisi si sono susseguite spesso e volentieri. Per questo l'amministrazione Obama lavorerà per risolvere i problemi di queste aziende in gravi difficoltà. Inoltre si impegnerà per proteggere i contribuenti attraverso una solida vigilanza che ripristini il buon funzionamento del settore mutui.

L'idea è quella di promuovere una riforma complessiva di tutto l'apparato aziendale/finanziario che si occupa dell'erogazione di mutui per l'acquisto di una casa. E' l'annuncio del Dipartimento del Tesoro che ha dichiarato che l'amministrazione continuerà a lavorare per mettere a punto un proposta di riforma della finanza per la casa, da presentare al congresso nel gennaio del 2011.

L'obiettivo della riforma e' trasformare Fannie Mae e Freddie Mac, i quali possiedono collettivamente trilioni di dollari di titoli legati a mutui e che pesano per circa tre quarti del settore. Il Dipartimento del Tesoro ha versato 84 mld di dollari in Fannie Mae e 61 mld in Freddie Mac, per tenerli a galla durante la crisi finanziaria ma le due compagnie hanno riportato comunque enormi perdite. L'amministrezione tenterà di risollevare le sorti del settore mutui casa favorendo le aziende e tutelando i consumatori.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.