La data ulltima era il 30 giugno ma molte banche hanno deciso per una proroga di altri sei mesi. Il Piano Famiglie varato dal Governo per la crisi che comprendeva anche le familgie che hanno subito il terremoto in Abruzzo dello scorso 6 aprile, ha permesso a molti di tirare un sospiro di sollievo per quel che riguarda il pagamento delle rate dei mutui casa.

Banca Monte dei Paschi di Siena ha deciso di rinnovare il suo sostegno alle popolazioni aquilane stipulando un nuovo accordo con Federconsumatori. L'associazione dei consumatori ha chiesto di poter organizzare un tavolo di lavoro con Mps che ha accettato e ne è nato un nuovo accordo.

L'incontro ha dato i suoi frutti: sarà effettiva la ripresa dei pagamenti dal 30 giugno 2010 ma sarà concesso un periodo di 60 mesi entro cui completare gradualmente il riallineamento con il piano di rimborso; per gli immobili categoria E/Zona rossa sarà possibile dilazionare la ripresa dei pagamenti del mutuo casa, fino a 60 mesi dalla data del sisma, con possibilità al termine dei 5 anni di rinegoziare il debito.
Con questa operazione Mps permetterà a molte famiglie aquilane di continuare la ricostruzione di una città che è stata messa in ginocchio dal sisma. Tutti coloro che hanno acceso un mutuo casa potranno così prorogarne la sospensione per altri 60 giorni.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.