Avranno tempo fino al prossimo 31 gennaio le piccole e medie imprese italiane per presentare la domanda di sospensione di mutui casa e finanziamenti erogati. E' quanto stabilito dall'Avviso Comune siglato nei giorni scorsi dal ministero dell'Economia e delle Finanze, dall'Associazione Bancaria Italiana e dalle associazioni di categoria firmatarie dell'accordo.

La proroga di 7 mesi riguarda tutte le piccole e medie imprese che, previo il rispetto dei requisiti previsti dal precedente Avviso Comune, non hanno ancora presentato l'istanza per richiedere la sospensione della quota capitale per mutui, finanziamenti o leasing.

Lo slittamento dei termini per la presentazione della richiesta consentirà inoltre di rendere pienamente operativa anche la moratoria sui debiti delle PMI contratti a seguito dell'accesso al credito con la contestuale erogazione di agevolazioni di natura pubblica. Questo significa che anche le PMI che hanno contratto mutui a tassi agevolati potranno usufruire dei benefici derivanti dalla moratoria.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.