Secondo il Rapporto sui diritti globali 2010 presentato dalla Cgil, l'anno scorso un lavoratore dipendente si è indebitato per 15.900 euro annui, il 79,4% per la casa (12.624 euro) e il resto per consumi diversi.
Dall'
ultimo rapporto mensile dell'Abi (Associazione bancaria italiana) arriva però una buona notizia: il tasso sui prestiti alle famiglie per l'acquisto di abitazione è sceso al minimo storico toccando il 2,56%.

Oggi vorremmo proporre un confronto tra i differenti mutui casa grazie a Supermoney per trovare il più conveniente per un giovane che ha messo gli occhi su una casa del valore di 200mila euro e vuole richiedere un mutuo a tasso variabile per l'80% del suo valore, ossia 160mila euro, da ripagare in 25 anni.

Nel caso non sapeste decidervi tra tasso fisso e variabile e ciò che richiedete al vostro mutuo è la massima flessibilità allora il finanziamento che fa per voi è mutuo Opzione Sicura di Unicredit Family Financing. Se si inizia con il tasso variabile si può passare al tasso fisso in qualsiasi momento nel corso della durata del mutuo; se si inizia con il tasso fisso si può passare al tasso variabile dopo 2 o 5 anni. Inoltre c'è la possibilità di allungare la durata del mutuo per ulteriori 5 anni oltre la scadenza prevista (fino ad un massimo di 35 anni).

Il nostro giovane scegliendo di partire con un tasso variabile si ritroverà con un Taeg di 2,09% e una rata a partire da 676,6 euro. Le spese iniziali riguardano l'istruttoria, 350 euro, e la perizia di 250 euro. Il primo mutuo a tasso variabile in ordine di convenienza è mutuo Variabile di CheBanca! è pensato per i clienti privati che desiderano acquistare la prima o la seconda Casa o sostituire il finanziamento già attivo.

L'importo finanziabile non può superare l'80% del valore commerciale dell'immobile posto in ipoteca. Non sono previste spese di apertura e gestione pratica, di istruttoria e di perizia tecnica. Il cliente può estinguere anticipatamente in tutto o in parte il mutuo con un preavviso di almeno 30 giorni senza dover pagare alcuna penale, compenso od onere aggiuntivo. CheBanca! applica un Taeg dell' 1,85% e la rata è di 665 euro.

Il secondo mutuo a tasso variabile in ordine di convenienza è mutuo Arancio Variabile di ING Direct pensato per i privati che desiderano accendere un finanziamento per l'acquisto della prima o della seconda casa, vogliono ristrutturare quella che già possiedono o sostituire il mutuo acceso in precedenza.

L'importo finanziabile non può superare l'80% del valore dell'immobile posto in ipoteca o del costo delle opere da realizzare. Il mutuo può essere indicizzato Euribor o BCE e prevede la stipula di un'assicurazione per danni che è a carico della banca. ING Direct applica un Taeg di 1,85% e anche in questo caso la rata è di 665 euro.


La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento