Mutui casa, al minimo storico i tassi d'interesse bancari applicati a questo tipo di finanziamenti. Lo rivela l'ultimo rapporto mensile dell'Abi sui tassi per i prestiti concessi alle famiglie per l'acquisto di una casa.

Il rapporto sintetizza l'andamento dei tassi fissi e variabili ed è influenzato dalla variazione della composizione fra le erogazioni in base alla tipologia di mutuo casa. Sono scesi nuovamente al minimo storico i tassi d'interesse dei mutui casa, toccando il 2,56%, ovvero tre punti base in meno rispetto al mese precedente e ben 150 punti base in meno rispetto a marzo del 2009. Questa notizia non è affatto confortante per il mercato finanziario e bancario che soffre evidentemente della crisi mondiale che sembrava essere rientrata e invece si è riaccesa dopo i fatti accaduti in Grecia.

Tant'è vero che anche in America scendono in picchiata la richieste di mutui dell'1,5% e salgono le richieste di rifinanziamento fino a quota 14,5%. Questo trend si verifica a causa del rialzo vertiginoso dei tassi d'interesse che superano il 5%.

Non è certo un buon momento per i mercati ma è un buon momento per le famiglie italiane che desiderano acquistare una casa e accendere un mutuo a tasso variabile; rate basse e tassi d'interesse al minimo, sono elementi che non dovrebbero essere trascurati da chi vuole fare un investimento per il futuro.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.