L'Isvap mette sotto accusa le banche che propongono ai clienti che sottoscrivono mutui casa, polizze vita e infortuni con prezzi da capogiro. Un conflitto di interessi che vede la banca proteggere un mutuo casa che ha erogato ma allo stesso tempo vendendo un polizza di cui è beneficiaria.

I costi che il cliente deve cosrrispondere sono decisamente spropositati considerando che le provvigioni che gli istituti di credito incassano sono pari al 50% del premio. L'Istituto di vigilanza sulle assicurazioni aveva già sollevato il problema ma con risultati irrilevanti. Anche Abi e Ania si sono unite stendendo un documento congiunto con lo scopo di invitare le banche a ridurre i costi delle polizze abbinate ai mutui casa.

L'Isvap ha emanato un regolamento che vieta alle banche di vendere le polizze di copertura per i mutui e per i finanziamenti. Il testo recita: "divieto di assumere contemporaneamente, direttamente o indirettamente, la qualifica di beneficiario/vincolatario delle prestazioni assicurative e di intermediario del contratto". Come i conti correnti anche le polizze legate ai mutui casa si fanno trasparenti.

Per questo i fogli informativi relativi alle polizza dovranno contenere tutti i costi a carico del cliente e il totale delle provvigioni che percepirà l'intermediario. Insomma un giro di vite che presumibilmente permetterà alle famiglie italiane di risparmiare qualche centinaio di euro.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.