Mentre il mondo della finanza crolla sotto il peso della crisi greca, i tassi d'interesse dei mutui casa scendono nuovamente. Dall'inizio della crisi che ha colpito tutto il mondo i tassi d'interesse non hanno mai superato il 3%, segno che il mercato dei mutui ha subito il contraccolpo non indifferente.

Secondo il Supplemento al Bollettino Statistico Moneta e Banche" della Banca D'Italia, nel mese di Marzo, vi è stata una nuova limatura per i tassi dei mutui casa per l'acquisto di abitazioni. Quello che viene sottolineato è una nuova discesa ai minimi storici dei tassi d'interesse sui mutui.

Il tasso medio sui nuovi mutui, sia quelli a tasso fisso che quelli a tasso variabile, arriva a toccare il 2,59% ( a Febbraio il tasso era al 2,67% ). Unica nota positiva per le banche è la crescita dei mutui casa fino all'8,1% per un totale di 284 miliardi. Naturalmente per i consumatori, la discesa incondizionata dei tassi d'interesse sui mutui casa è un vantaggio. Permette infatti di corrispondere rate decisamente più basse rispetto alla media europea, soprattutto per quel che riguarda i mutui casa a tasso variabile.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.