Mutui, è arrivato il momento tanto atteso di detrarre gli interessi passivi. Nella dichiarazione dei redditi è possibile scaricare alcune spese riguardanti i mutui.

Nel 2008 il tetto massimo detraibile è stato leggermente alzato fino a toccare i 4 mila euro ma non appare adeguato consideranzo i tassi d'interesse applicati sui mutui e il costo raggiunto dagli immobili in vendita. Sono state stabilite delle regole che il mutuario dovrà rispettare per poter detrarre tali interessi. I mutui che permetteranno di recuperare circa 760 euro ( fonte: Corriere Economia ) sono quelli accesi per la casa presso la quale il richiedente vive abitualmente. Naturalmente sono detraibili o deducibili solo le spese sostentute nell'anno solare nel quale viene effettuata la richiesta e al quale si riferisce la dichiarazione ( per il 2010, i dati si riferiscono al 2009 ).

Per i coniugi che hanno acceso un mutuo cointestato, se uno dei due è a carico, sarà l'altro a beneficiare della detrazione e avrà la possibilità di detrarre anche la parte del coniuge. La dichiarazione dei redditi andrà presentata a maggio, la documentazione relativa al proprio mutuo non va allegata presentando solo i dati ma si consiglia di tenerla almeno fino a Dicembre del 2014.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.