I tassi dei mutui sono scesi ancora al minimo storico; una flessione verso il basso che viene resa nota dal rapporto mensile dell'Abi (Associazione Bancaria Italiana) Il dato sul valore dei tassi d'interesse è sceso di 7 punti base rispetto al mese precedente e di 168 punti base rispetto allo stesso mese del 2009. I tassi dei mutui concessi alle famiglie e alle società non finanziarie è diminuito a causa delle condizioni sfavorevoli del mercato interbancario e dei mercati internazionali.

I tassi d'interesse scendono fino a toccare il 3,65%, ovvero 4 punti base in meno rispetto al mese precedente. Tutto questo si traduce in un vantaggio per le famiglie che accendono mutui a tasso variabile. Infatti i tassi dei mutui risultano convenienti per il cliente solo nel caso in cui il mutuo acceso sia a tasso variabile, ovvero indicizzato all'Euribor o BCE. Sono questi i tassi che subiscono le variazioni del mercato.

E' il momento di approfittare della situazione sfavorevole dei mercati se si pensa di accendere un nuovo mutuo o se si desidera sostituire quello che già si possiede. Confronta i mutui a tassa variabile più convenienti attraverso il sistema di confronto di Supermoney.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il riferimento alla fonte e l'attivazione di un link di riferimento.