Fondo di Garanzia Under 35

Scopri cosa pensa la community:
Fondo di Garanzia Under 35: segui i suggerimenti dellesperto SuperMoney 3,00 su 5 in base a 1 valutazioni. 1 recensioni.
Leggi le opinioni
Ti siamo stati utili?
Raccomandaci su Google

Fondo di Garanzia under 35 per mutui prima casa

Il Fondo Garanzia Under 35 è stato istituito dal Governo con l’obiettivo di fornire alle giovani coppie un valido sostegno economico per l’acquisto della prima casa. Infatti, nonostante il calo dei tassi d’interesse e la contrazione dei prezzi degli immobili, per la maggior parte delle nuove generazioni l’acquisto della prima casa continua ad essere un vero miraggio. In questa guida cercheremo di spiegarti in modo chiaro e semplice cos’è il Fondo Garanzia mutui prima casa, quali sono i requisiti, le procedure da seguire per farne richiesta e quindi i vantaggi offerti.

Del resto si sa, la strada che porta verso l’acquisto di una nuova abitazione non è certo in discesa. Infatti oltre alla ricerca dell’immobile adatto alle tue esigenze, dovrai anche scegliere il mutuo più conveniente e dopo valutare molte altre variabili e spese correlate. Per questa ragione, ti consigliamo di non fermarti alla prima soluzione di finanziamento ma di confrontarele diverse proposte e soprattutto provare a calcolare la rata del mutuo prima di sottoscrivere il contratto, perché solo in questo modo potrai evitare complicazioni future. 

Oltre a questo è importante anche informarsi e conoscere le diverse opportunità del mercato, proprio come succede con il Fondo di Garanzia Under 35, che potresti richiedere non solo per acquistare la tua prima casa ma anche per attuare degli interventi di ristrutturazione e migliorare il livello energetico della tua abitazione. Detto questo, non ti resta altro che leggere questa guida e capire se anche tu puoi accedere a questo prezioso strumento.

 

 

 

 

Torna su

Che cos'è il Fondo di Garanzia under 35?

Il Fondo di Garanzia Under 35 è stato istituito dal Ministero dell’economia e delle finanze con la legge n.147 del 27 dicembre 2013, andando di fatti a sostituire dal 2014 il Fondo Giovani Coppie e il vecchio Fondo Casa. Si tratta di un valido strumento pensato appositamente per garantire alle giovani coppie e alle famiglie in difficoltà l’accesso al credito che potrà essere impiegato non solo per l’acquistare la prima casa, ma anche per fare degli interventi di ristrutturazione o finalizzati al miglioramento energetico della propria abitazione. 

L’importo di partenza messo a disposizione dal Governo per il 2014-2017 è di 670 milioni di euro, ma potrà essere integrato da contributi regionali o provenienti da altri enti e organismi, sia pubblici che privati, arrivando così a toccare i 20 miliardi di euro. Accedendo al Fondo Under 35 potrai usufruire di una vera e propria garanzia, in grado di coprire fino al 50% delle somme richieste tramite mutui ipotecari o altri finanziamenti finalizzati ad interventi di ristrutturazione e accrescimento di efficienza energetica di immobili adibiti ad abitazione principale.

 

Torna su

Chi può richiedere il Fondo di Garanzia?

Potrai accedere al Fondo di Garanzia Under 35 solo se rientri in una di queste categorie, ovvero:

  • giovani coppie sposate da almeno due anni o in procinto di matrimonio, coppie conviventi di cui almeno uno dei due componenti abbia un’età inferiore ai 35 anni;
  • nuclei familiari con un solo genitore - non coniugato, separato, divorziato o vedovo - e con almeno un figlio minorenne a carico;
  • lavoratori con meno di 35 anni e possesso di un contratto di lavoro atipico;
  • inquilini di alloggi di proprietà degli Istituti Autonomi Case Popolari;

Per accedere al Fondo è necessario che il tuo reddito ISEE sia inferiore ai 40.000 euro e non risultino altri immobili di tua proprietà. Anche chi decide di acquistare la prima casa in comunione con un’altra persona non potrà accedere al Fondo. Lo stesso vale per chi ne eredita un’abitazione a uso gratuito per successione in seguito al decesso di un familiare.

Per quanto invece riguarda le caratteristiche dell’immobile, è necessario che:

  • sia collocato nel territorio italiano,
  • non abbia un valore superiore ai 250 mila euro;
  • sia destinato ad uso abitativo;
  • non rientri nelle categorie catastali considerate di lusso, ovvero A1, A8 e A9.

 

Torna su

Come fare domanda per il Fondo di Garanzia?

Se quindi rientri in una delle categorie indicate e possiedi questi requisiti potrai presentare la tua domanda e accedere al Fondo di Garanzia Under 35. Per farlo dovrai rivolgerti ad uno dei tanti istituti di credito che hanno aderito al Fondo. Per verificare se anche la tua banca ha aderito a quest’iniziativa potrai consultare questa pagina del sito Consap Spa - Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici - controllata dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, a cui è stata affidata la gestione del Fondo.

Ti ricordiamo che potrai scaricare il modulodi richiestadirettamenteda questa pagina del sito del Dipartimento del Tesoro oppure dal sito della Consap, ricordando di allegare la seguente documentazione:

  • un documento d’identità;
  • un documento di autocertificazione ISEE;
  • una certificazione che attesti che la persona che fa richiesta non sia proprietario di alcun immobile;
  • una copia del contratto di lavoro;

Una volta raccolta tutta la documentazione, dovrai presentarla all’istituto di credito prescelto che effettuerà tutti i dovuti controlli, verificando la tua posizione finanziaria e il possesso di tutti i requisiti richiesti per l’accesso al Fondo di garanzia under 35. In caso di esito positivo sarà la banca ad inoltrare per via telematica la tua domanda alla Consap che, una volta ricevuta, le attribuirà un “codice numerico progressivo”, in modo da stabilire l’ordine di presentazione delle richieste.

L’esito della tua richiesta, positivo o negativo che sia, ti verrà comunicato dalla Consap entro i 20 giorni successivi alla data di invio. Se la tua richiesta verrà accolta, la banca avrà a disposizione ancora 90 giorni di tempo per effettuare ulteriori controlli, perfezionare la pratica e quindi decidere se concedere la somma che hai richiesto per l’acquisto della tua nuova casa o per la realizzazione di lavori di ristrutturazione e miglioramento energetico.

 

Torna su

Quali sono i vantaggi offerti dal Fondo di Garanzia Under 35?

Come dicevamo, lo scopo principale del Fondo di Garanzia prima casa è quello di agevolare l’accesso dei giovani risparmiatori e famiglie in difficoltà al mercato creditizio, facilitando l’acquisto della prima casa o l’attuazione di interventi di ristrutturazione o finalizzati al miglioramento energetico. Il Fondo copre il 50% del capitale a finanziamento ed è irrevocabile, inoltre garantisce l’applicazione di un tasso d’interesse ridotto, che verrà negoziato direttamente con la banca.

La banca infatti può definire - in base alle condizioni economiche dell’intestatario del mutuo – che il tasso effettivo globale (TEG), non superi quello globale medio (TEGM). Questa possibilità è riservata al momento solo ai giovani lavoratori under 35 con un contratto di lavoro atipico. Il provvedimento prevede però delle agevolazioni anche per le famiglie formate da un solo genitore e con uno o più figli minori a carico.

Inoltre, in caso di difficoltà economiche momentanee, come licenziamento, disoccupazione, cassa integrazione, decesso o handicap grave, si potrà richiedere la sospensione delle rate del mutuo fino ad un massimo di 18 mesi.

Un altro vantaggio del Fondo di Garanzia Under 35 riguarda l’immediato intervento e copertura in caso di prolungati ritardi nel pagamento delle rate del mutuo. Infatti, se un giorno non riuscissi a pagare le rate, la banca ti invierà prima un reclamo formale tramite raccomandata a/r e, in caso di mancato pagamento o ulteriore ritardo sulle altre rate, si rivolgerà direttamente alla Consap. Se dopo 6 mesi non avrai ancora regolarizzato i pagamenti, la banca potrà richiedere l’impiego della Garanzia. A quel punto il debito verrà sanato in 30 giorni.

In casi del genere non sarai più debitore verso la banca, ma del Ministero dell'Economia, limitatamente all’importo versato per coprire le rate arretrate. Ricorda che a questa cifra verranno applicati degli interessi legali a partire dal giorno in cui la Consap ha versato il capitale necessario alla banca. In caso di nuovi ritardi sulle rate del mutuo la banca potrà nuovamente richiedere l’intervento della Consap. 

 

 

Torna su

Leggi tutti i commenti


Under 35 si può accedere al fondo di garanzia , a36 anni non si può accedere al fondo (è giusto questo?)
18-nov-2015
Il tuo voto3